Arredo urbano al Villaggio dei Fiori

Arredo Urbano Villaggio Dei Fiori
« di 3 »
Al Villaggio dei Fiori appare chiaro come questa amministrazione in maniera PALESE, non ha voluto affrontare i VERI problemi che riguardano oggi l’arredo urbano: il completamento di Piazza Cortina e il nuovo parco giochi dei bambini , l’acqua stagnante dei pozzetti, la sostituzione delle alberature ormai rinsecchite  e la periodica piantumazione di essenze fiorite nelle aiuole del quartiere  sono solo QUALCHE esempio.
Noi pensiamo che una buona amministrazione deve sempre ascoltare e adoperarsi per dare ai cittadini delle risposte concrete invece di mortificarli con false promesse e deve saper VALORIZZARE il contributo volontario delle persone che si mettono a disposizione per il decoro del proprio quartiere.
Condividilo su:

Banchetto del 07/09/2022 al Villaggio Dei Fiori

Banchetto del 07/09/2022 al villaggio dei fiori

« di 4 »

altre notizie dal partito democratico di Spinea

sito nazionale del pd

Condividilo su:

Cinque proposte contro il caro energia

5 proposte contro il caro energia
« di 4 »

programma elettorale del Partito Democratico

sito nazionale del Partito Democratico

Condividilo su:

Programma elettorale insieme per un Italia democratica e progressista

PROGRAMMA INSIEME-PER-UN ITALIA-DEMOCRATICA-E-PROGRESSISTA
« di 37 »

Scarica il programma Insieme per Italia democratica e progressista

Condividilo su:

Venti modifiche al piano degli interventi – Spinea merita tutto questo?

L’amministrazione Vesnaver adotta 20 varianti puntuali al Piano degli Interventi e modifica i regolamenti a favore di pochi ma a scapito di molti.
  • Ci saranno cittadini di serie A che potranno realizzare nuovi interventi, non correlati alla conduzione delle aziende agricole, ma alla rendita immobiliare.
  • Si toglie il vincolo di integrità ambientale a quasi 60 aree agricole. Vergognoso!Annessi agricoli che potranno essere trasformati in appartamenti. Cattedrali nel deserto che vengono sanate.
  • E per finire le zone C2 che vengono rese edificabili senza quantificare quanto carico insediativo viene concesso, cosa che non succede in nessun comune d’Italia.
Ma parliamo di numeri:
𝟴𝟬.𝟬𝟬𝟬 𝗺𝟯 𝗶𝗻 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗱𝗶 𝗰𝗲𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼, 𝗦𝗽𝗶𝗻𝗲𝗮 𝗻𝗲 𝗵𝗮 𝗮𝗻𝗰𝗼𝗿𝗮 𝗯𝗶𝘀𝗼𝗴𝗻𝗼?
Evidentemente il loro obiettivo è proprio quello di far si che Spinea possa sorpassare Padova per portarsi a casa il primato di comune più cementificato del Veneto.
Condividilo su:

Investiamo sulla cura del verde pubblico

𝗜𝗡𝗩𝗘𝗦𝗧𝗜𝗔𝗠𝗢 𝗦𝗨𝗟𝗟𝗔 𝗖𝗨𝗥𝗔 𝗗𝗘𝗟 𝗩𝗘𝗥𝗗𝗘 𝗣𝗨𝗕𝗕𝗟𝗜𝗖𝗢!
Il bilancio 2021 si é chiuso con un avanzo circa di 700.000 € senza considerare la situazione del verde a Spinea, che ha bisogno di molta piú cura!
Troppe piantumazioni ancora da effettuare; i parchi, i giardini e le aree cani non sono piú manutenuti e curati con una pianificazione. Gli sfalci dell’erba é lasciata alla buona volontà degli operai del comune senza una guida politica e una programmazione resa pubblica ai cittadini di Spinea.
É necessario effettuare una seria verifica di tutte le piante ormai datate o ammalate, programmare gli interventi su tutta la città e non come si fa adesso, “cava e metti”.
I soldi ci sono anche per far rifiorire le aiuole e le rotonde da noi sempre curate.
Bisogna rilanciare una proposta che renda la nostra città più verde, più belle e più vivibile: allargare i parchi esistenti, compresa l’oasi del parco Nuove gemme, farne di nuovi e creare dei percorsi verdi tra di loro attraverso ulteriori piantumazioni e maggiore forestazione.
Infine, il mantenimento e lo sviluppo del parco del Rio Cimeto, in accordo con il consorzio Acque Risorgive per la pulizia dell’alveo del fiume.
– Paolo Barbiero
– Davide Rossato
Verde pubblico spinea
« di 6 »

altre notizie dal PD Spinea

Condividilo su:

Il Parco Nuove Gemme: quale futuro?

Il Parco Nuove Gemme per via della sua storia e della sua posizione centrale è un luogo importante di aggregazione per i cittadini di Spinea, di gioco e sfogo per i bambini; un luogo importante per le sue varietà arboree sia di alto fusto che di sottobosco che con la vicina Oasi con i suoi terreni umidi, il laghetto, il vicino rio Cimeto, è un’area che va mantenuta e rispettata.

Va sicuramente salvaguardato l’equilibrio tra l’utilizzo del parco per il gioco dei bambini, per le iniziative culturali e per la fruibilità dei cittadini e la sua biodiversità.

É necessario pensare al futuro del Parco Nuove Gemme! Ecco le nostre prioritá:

  1. Innanzitutto va rivista la sua gestione con una maggiore presenza degli operatori sia per quanto riguarda la sicurezza e la pulizia.
  2. Va programmata una manutenzione più attenta e più efficiente a partire dai giochi, al verde e al laghetto.
  3.  Le potature vanno programmate e pianificate anno per anno anche per le diverse specie di essenze e alberature ormai datate.
  4.  Vanno riviste le recinzioni e le stradine interne e la creazione delle aree fiorite non solo per abbellire il parco ma di utilità per api e farfalle, fondamentali per l’impollinazione.
  5.  Va risistemata l’area dove sussistono la ex-casetta dei Volontari “Mi prendo cura della mia cittá” e la baracca in ferro adiacente. Potrebbe essere allargata la casetta in legno e ripulita l’area e utilizzata per la gestione del parco e per ospitare i cittadini che si rendono disponibili come volontari per il parco e per il comitato cani.
  6.  La situazione del laghetto, dopo l’ultimo intervento di pulizia, non è affatto cambiata perciò va fatto un’ulteriore investimento per far sì che l’acqua sia più pulita, le pompe più efficienti e l’oasi interna adatta per la nidificazione oltre delle anatre stanziali anche per altri uccelli di passaggio.
  7.  Le aree cani, come de resto tutte le otto aree cani di Spinea, devono essere riviste e manutentate sia per quanto riguarda le recinzioni, i cancelli, le buche, le fontanelle e le reti ombreggiati di separazione tra are e area.

Inoltre é importante rimuovere all’interno delle stesse i cosidetti “forasacchi”, molto pericolosi per i nostri amici a 4 zampe.

Per il parco nuove Gemme va definitivamente risolto il problema della casetta interna che va abbattuta.

Con l’arrivo della nuova scuola nell’area adiacente al magazzino comunale il parco di fatto viene ridotto e quindi si rende necessario acquisire altri nuovi spazi che potrebbe sicuramente essere trovati al di là del confinante rio Cimeto rendendo conseguentemente anche il rio parte integrante del parco e la sua oasi e attraverso uno o più ponticelli il collegamento con il bosco dei nuovi nati.

Con più attenzione , sensibilità e volontà si può lavorare con l’impegno di tutti per avere un nuovo parco più vivibile, sicuro nel rispetto dell’ambiente e delle sue diversità.

parco nuove gemme

Condividilo su:

Debiti fuori bilancio per oltre 160.000 euro

Nel Consiglio Comunale del 26 maggio scorso è stata rinviata la votazione”Riconoscimentodebito fuori bilancio.”
 Evidentemente la maggioranza non era convinta della sua approvazione. Questo è un atto doveroso, puramente tecnico che riconosce un debito fuori bilancio di ben 64 interventi straordinari(per un totale di 167000 euro), una cifra esorbitante di soldi che sono stati spei dall’amministrazione e mai contabilizzati nel bilancio 2021.
Sarà nostro compito come oppozione verificare assieme alla Corte dei Conti voce per voce. intervento per intervento per capire cosa è successo perchè 167000 euro senza cheil consiglio comunale ne sapesse nulla è un atto estremamente grave.
Si delineano due strade possibili: o il tecnico responsabile ha commesso un errore per ben 64 volte, oppure sono stati autorizzati a sua insaputa.
Ci dissociamo da questo modo di amministrare la città.
debiti fuori bilancio
Condividilo su:

Ci ha lasciati Carlo Smuraglia

Ci ha lasciato Carlo Smuraglia. Con lui perdiamo un grande uomo, giurista, partigiano, antifascista, già parlamentare e presidente onorario dell’Anpi.
Siamo vicini alla famiglia e ai suoi cari. Non dimenticheremo mai i suoi insegnamenti.
Breve Biografia:

Studente a Pisa, nel contesto degli eventi che si aprono l’8 settembre 1943 interrompe gli studi. Dopo avere rifiutato le chiamate di leva dei fascisti della neonata Repubblica Sociale Italiana, con l’arrivo delle forze alleate nella sua regione, le Marche, decide di unirsi alla Resistenza arruolandosi nel 1944 come volontario nel Gruppo di Combattimento “Cremona” del nuovo Esercito Italiano, alle dipendenze operative dell’8ª Armata britannica, con cui proseguì la guerra sul fronte adriatico fino a Venezia, sino alla resa finale delle forze nazifasciste in Italia

Laureatosi nel 1946 presso l’ex Collegio Mussolini, attuale Scuola superiore di studi universitari e di perfezionamento Sant’Anna e l’Università di Pisa, è stato assessore alla giustizia della provincia di Pisa dal 1947 al 1960. Alla carriera accademica (è stato docente alle Università di Milano e di Pavia) ha affiancato la professione di avvocato.

Difende, negli anni ’50, con Lelio Basso, alcuni partigiani accusati di vari omicidi ottenendo di farli assolvere; difende gli studenti del caso La zanzara del 1966; si costituisce parte civile per i fatti di Reggio Emilia del 1960, per la morte di Giuseppe Pinelli del dicembre 1969, per il disastro di Seveso del 1976, per il sequestro di persona e l’omicidio di Cristina Mazzotti, rapita dalla ‘ndrangheta nel 1975. Muore all’età di 98 anni a Milano.

Smuraglia
Condividilo su:

Candidati Consiglieri PD Elezioni 2019

Il 26 maggio 2019 si rinnoverá l’amministrazione comunale di Spinea; con 10 anni di esperienza alle spalle, anche noi del PD abbiamo presentato la lista di candidati consiglieri comunale che correranno alle prossime elezioni comunali.

Ecco la lista dei candidati: (CLICCA SUL NOME PER LEGGERE LA PRESENTAZIONE DEL SINGOLO CANDIDATO!)

Condividilo su: