Documento sulla situazione politica di Spinea

In questi giorni si sono sentite voci da più parti, soprattutto da persone che non hanno nessuna competenza sui temi trattati, eppure si sono sentiti in diritto di pontificare sulle questioni più varie.
Quello che è successo nel Comune di Spinea non ha nulla a che vedere con la simpatia o un’antipatia della sindaca e meno che mai con il fatto che sia una donna.
La legge garantisce alla maggioranza in modo ampio i numeri per amministrare un comune: se alcuni consiglieri di maggioranza non si sono trovati d’accordo nel tempo con alcune scelte della giunta, tra cui il bilancio, il sindaco e gli assessori dovevano dimettersi, infatti il bilancio approvato in giunta a ottobre 2022, a fine marzo non era stato ancora sottoposto all’approvazione dei consiglieri creando una situazione di forte incertezza amministrativa che non ha reso possibile avere un confronto democratico all’interno del consiglio comunale.
Lo strumento delle dimissioni dei nove consiglieri è stato dovuto per uscire dalle ambiguità della giunta e dare continuità all’attività corrente del comune e per bloccare un piano degli interventi che portava altro cemento a Spinea.
Certamente in un comune il rapporto tra la giunta e la maggioranza consigliare che la deve sostenere non è mai facile, soprattutto perché i tempi dell’amministrazione non sono i tempi della politica. Sarebbe bello condividere sul nascere tutte le decisioni, ma i tempi stretti e le particolarità tecniche mettono spesso, l’amministrazione a fare scelte che devono essere spiegate con sforzo e pazienza ai consiglieri di maggioranza.
Questo è il punto dolente di tutte le amministrazioni, che spesso crea incomprensioni ed attriti tra un’amministrazione e la sua maggioranza. Non è nulla di nuovo quindi anche quello che è successo a Spinea.
Consideriamo importante anche un rapporto di partecipazione e condivisione diverso anche tra amministrazione e consiglieri di opposizione, soprattutto in un comune in cui l’elettorato è diviso quasi alla metà come a Spinea.
La presenza del Commissario è comunque esclusiva responsabilità della maggioranza che non ha saputo svolgere il suo ruolo politico, venendo meno all’impegno col proprio elettorato. Il Bilancio verrà approvato e le opere in corso verranno portate a compimento. Probabilmente il Commissario sarà comunque coadiuvato dai tecnici e dai responsabili di settore del comune e garantirà la gestione ordinaria in continuità con il lavoro svolto fino alle dimissioni.
Il Partito Democratico auspica che quanto successo sia di stimolo a tutti coloro che fanno e vogliono fare politica sul territorio per migliorare per il futuro i rapporti fra le parti, pur nella diversità delle idee, per aumentare la trasparenza nelle relazioni e il coinvolgimento sui progetti, per una città partecipata. il futuro governo della città dovrà avere la capacità di condivisione e ascolto che in questi ultimi anni sono mancate.

altri post relativi al pd di Spinea

sito nazionale del pd

Condividilo su:

Prima è salute

Prima è salute

La salute è anche una questione di tempo: il tempo in cui si riesce a ottenere una diagnosi e poi ad avere la cura. Più tempo passa, più la salute di ognuno di noi è a rischio. In Veneto i tempi di attesa per visite ed esami sono estenuanti, soprattutto se paragonati ai tempi della sanità a pagamento, che sono brevissimi.

È una ingiustizia, una situazione insostenibile

Per questo come cittadini chiediamo:

 

che vengano abbattuti i tempi di attesa e sia rispettato il criterio di priorità indicato in ricetta dal medico di medicina generale. Nel 2022 su 29 milioni di prescrizioni (ricette) sono state erogate solo 16 milioni di prestazioni, mentre 13 milioni di prescrizioni sono rimaste inevase. Molti veneti hanno rinunciato alle cure e altri hanno pagato di tasca propria per superare i tempi infiniti delle liste d’attesa.

che siano incentivate le forme associative di medici e vengano supportate da personale infermieristico e amministrativo, in modo da superare l’attuale situazione di grave carenza di medici di medicina generale in Veneto.

che i servizi per la salute mentale siano potenziati disponendo il 5% del fondo sanitario per fare fronte alle accresciute esigenze della popolazione del Veneto, soprattutto dopo il Covid, anche attraverso l’istituzione dello psicologo di base.

che la Regione Veneto aumenti il numero dei medici e degli infermieri, si faccia carico di un’adeguata dotazione di personale per i pronto soccorso, intraprenda azioni concrete per interrompere la tendenza all’abbandono del servizio pubblico, per migliorare il clima lavorativo, per offrire prospettive di avanzamento professionale e per rendere attrattiva la professione di medici e operatori.

 

Firma la Petizione

Scarica il Volantino

 

Condividilo su:

Primarie 2023

primarie 2023
« di 2 »

Possono votare presso i gazebo sul territorio tutti i cittadini e le cittadine italiani. Per farlo devono essere in possesso di un documento che ne attesti l’identità e la residenza, in modo che sia chiara l’appartenenza al territorio di competenza del gazebo.

Possono votare presso i gazebo sul territorio anche i cittadini stranieri residenti in Italia, i minori dai 16 anni in su, i lavoratori e gli studenti fuori sede.

per maggiori informazioni cliccare su https://primariepd2023.it/

 

altri post del pd di Spinea

 

Condividilo su:

Gazebo del 15/10 per dire no a una nuova colata di cemento a Spinea

No Images found.

Gazebo del 15/10 per dire no a una nuova colata di cemento a Spinea

altri post del pd di Spinea

Condividilo su:

Vesnaver e la sua giunta votano per una nuova colata di cemento a Spinea

colata cemento Spinea

 

Testo puntuale dell’osservazione:

 

OGGETTO: OSSERVAZIONE alla Variante di integrità fondiaria, paesistica e ambientale, adottata con Deliberazione n. 31 del 22/07/2022 avente per oggetto: “approvazione del regolamento per la gestione dei crediti edilizi e del registro dei crediti edilizi (recred) e riadozione della variante urbanistica al piano degli interventi (PI) n. 12 (VPI12)”.

 In relazione dalla Variante di integrità fondiaria, paesistica e ambientale di cui all’oggetto, i sottoscrittori della presente, 

Considerato che con la variante suddetta si intende privare del vincolo di integrità fondiaria, paesistica e ambientale (art. 17 NTO) molte aree  disseminate sull’intera superficie territoriale.

Considerato che l’obiettivo dei vincolo di integrità fondiaria, paesistica e ambientale e’ quello di preservare per quanto possibile le residuali aree agricole del nostro territorio comunale evitando ulteriori interventi che le possano compromettere ulteriormente, e togliere il vincolo crea delle zone di discontinuita’ in cui si permetterebbero interventi che inciderebbero sulla tutela di queste aree.

Considerato che Spinea è il primo comune della Città Metropolitana, il secondo del Veneto, per superficie di suolo consumata è pertanto un obiettivo prioritario limitare al massimo nuovi interventi che possano comportare consumo di suolo e compromettere le poche aree agricole residue e pertanto ritiene del tutto inopportuna l’idea di privare molte aree in zona agricola del vincolo di integrità (Art. 17 NTO)

CHIEDE

Lo stralcio completo dell’Ambito di Variante – Integrità fondiaria, paesistica e ambientale.

 

altre notizie dal pd di Spinea

 

Condividilo su:

Arredo urbano al Villaggio dei Fiori

Arredo urbano Villaggio dei Fiori
« di 3 »
Al Villaggio dei Fiori appare chiaro come questa amministrazione in maniera PALESE, non ha voluto affrontare i VERI problemi che riguardano oggi l’arredo urbano: il completamento di Piazza Cortina e il nuovo parco giochi dei bambini , l’acqua stagnante dei pozzetti, la sostituzione delle alberature ormai rinsecchite  e la periodica piantumazione di essenze fiorite nelle aiuole del quartiere  sono solo QUALCHE esempio.
Noi pensiamo che una buona amministrazione deve sempre ascoltare e adoperarsi per dare ai cittadini delle risposte concrete invece di mortificarli con false promesse e deve saper VALORIZZARE il contributo volontario delle persone che si mettono a disposizione per il decoro del proprio quartiere.
Condividilo su:

Banchetto del 07/09/2022 al Villaggio Dei Fiori

Banchetto del 07/09/2022 al villaggio dei fiori

« di 4 »

altre notizie dal partito democratico di Spinea

sito nazionale del pd

Condividilo su:

Cinque proposte contro il caro energia

5 proposte contro il caro energia
« di 4 »

programma elettorale del Partito Democratico

sito nazionale del Partito Democratico

Condividilo su:

Programma elettorale insieme per un Italia democratica e progressista

PROGRAMMA INSIEME-PER-UN ITALIA-DEMOCRATICA-E-PROGRESSISTA
« di 37 »

Scarica il programma Insieme per Italia democratica e progressista

Condividilo su:

Venti modifiche al piano degli interventi – Spinea merita tutto questo?

L’amministrazione Vesnaver adotta 20 varianti puntuali al Piano degli Interventi e modifica i regolamenti a favore di pochi ma a scapito di molti.
  • Ci saranno cittadini di serie A che potranno realizzare nuovi interventi, non correlati alla conduzione delle aziende agricole, ma alla rendita immobiliare.
  • Si toglie il vincolo di integrità ambientale a quasi 60 aree agricole. Vergognoso!Annessi agricoli che potranno essere trasformati in appartamenti. Cattedrali nel deserto che vengono sanate.
  • E per finire le zone C2 che vengono rese edificabili senza quantificare quanto carico insediativo viene concesso, cosa che non succede in nessun comune d’Italia.
Ma parliamo di numeri:
𝟴𝟬.𝟬𝟬𝟬 𝗺𝟯 𝗶𝗻 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗱𝗶 𝗰𝗲𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼, 𝗦𝗽𝗶𝗻𝗲𝗮 𝗻𝗲 𝗵𝗮 𝗮𝗻𝗰𝗼𝗿𝗮 𝗯𝗶𝘀𝗼𝗴𝗻𝗼?
Evidentemente il loro obiettivo è proprio quello di far si che Spinea possa sorpassare Padova per portarsi a casa il primato di comune più cementificato del Veneto.
Condividilo su: